cerca un argomento         powered by freefind

Condividi condividi questa pagina con i tuoi amici su Facebook

 

 

 

Taxodium distichum (L.) Rich. 1810

 
famiglia: Cupressaceae
sinonimi:
nomi comuni:

tassodio, cipresso calvo, 
cipresso di palude

vedi tassonomia

genere Taxodium

fam. Cupressaceae

torna all'elenco

 

ETIMOLOGIA: il nome generico и dato dall'unione dei due termini greci taxos (tasso) ed eidos (forma, aspetto), ad indicare la somiglianza di questa pianta ad un tasso (Taxus baccata), soprattutto per quanto riguarda la forma delle foglie. L'epiteto specifico latino distichum indica la disposizione distica delle foglie (cioи su due file opposte). Il nome volgare и invece dovuto all'aspetto invernale della pianta, con la perdita autunnale di interi rametti laterali con le relative foglie, conservando solamente i rami principali nudi.

ti piace questo sito? aiutaci a crescere cliccando     

il cipresso calvo и una conifera arborea di medie dimensioni, dalla crescita piuttosto lenta, alto fino a 25-30 metri, con diametro della chioma fino a 10 metri, originario delle zone sud-orientali degli Stati Uniti, in particolare dalla zona adiacente al Golfo del Messico, dal Texas orientale fino alla Florida, dove vive nelle zone umide o paludose, con acque dolci o salmastre. И presente anche lungo i corsi dei fiumi fino al Delaware. 
И stato uno dei primi alberi americani introdotti in Europa, intorno al 1640, venendo da subito piantato in parchi e giardini ed in riva ai laghi, sia per la spettacolare colorazione autunnale del fogliame, sia per il portamento elegante e le particolari abitudini di vita. Nonostante provenga da climi caldo-umidi, si и adattato egregiamente al freddo degli inverni europei, tanto che si possono trovane esemplari fino alla Danimarca. In Italia viene coltivato dalla pianura fino ai 300 metri di altitudine, dimostrandosi una pianta resistente allo smog, praticamente non attaccata da parassiti e senza particolari esigenze di potatura, che puт vivere indifferentemente in terreni che presentano le peggiori condizioni, sabbiosi, torbosi, umidi o alternativamente sommersi e poi asciutti per lunghi periodi. Ama il sole e si adatta bene alle zone ventose e con forti escursioni termiche.

il cipresso calvo и una tra le poche conifere a spogliarsi nel periodo invernale: ha infatti foglie caduche, di colore verde chiaro o giallastro in primavera, piщ scure in estate ed infine con colorazioni rosso-arancio-brune in autunno. La lamina и lineare ed inizialmente molle, poi piщ dura, solcata da due strisce grigiastre nella pagina inferiore. Le singole foglie sono opposte tra loro e disposte sul rametto in due file opposte, lunghe circa 1 centimetro, con apice acuto ma non pungente. In autunno cadono insieme al rametto che le porta, rimanendovi attaccate.

La chioma и piramidale nelle piante piщ giovani, piщ larga e tondeggiante in quelle con piщ anni. Il tronco, massiccio e scanalato, allargato alla base, ha ramificazione monopodiale ed una corteccia fibrosa, di colore bruno chiaro, che tende a sfaldarsi in strisce verticali lasciando intravedere parti bruno-rossastre nella zona sottostante. Il legno и resistentissimo all'umiditа e non viene intaccato dai parassiti, tanto che in Louisiana sono stati ritrovati ancora integri tronchi ritenuti sommersi da oltre 1000 anni. I nativi americani lo impiegavano largamente per la costruzione delle loro imbarcazioni. 
Per adattarsi alla carenza di ossigeno nella zona esplorata dall'apparato radicale, a causa delle presenza di acqua stagnante, questa specie ha sviluppato con l'evoluzione un particolare tipo di radici molto caratteristiche, chiamate pneumatodi o
pneumatofori, che con geotropismo negativo, si ergono sulla superficie dell'acqua come protuberanze a forma di cupola, variabili in
numero e in altezza in base alla profonditа di acqua nel suolo, talvolta anche fino ad un metro di altezza. I pneumatofori, che sono cavi internamente e provvisti di un abbondante parenchima aerifero, fungono da vero e proprio organo respiratorio e consentono l'ossigenazione a tutti gli organi sommersi.

il cipresso calvo и una pianta monoica, con fiori maschili giallastri a maturitа, piccoli ed ovoidali, riuniti in amenti penduli lunghi 10-30 centimetri che compaiono in numero di 3-4 all'apice dei rami. Si formano nel tardo autunno e liberano il loro polline nell'aprile successivo. I fiori femminili, tondeggianti e verdastri, che maturano in aprile, sono riuniti in piccoli gruppi alla base delle infiorescenze maschili.

I frutti sono galbuli di forma globosa, larghi 2-3 centimetri, dapprima di colore verde, poi a maturitа brunastri e di consistenza legnosa, che si aprono in squame che ospitano due semi di forma piщ o meno triangolare.

le foglie in autunno si incendiano di una colorazione rosso-rugginosa molto ornamentale, per poi cadere lasciando le piante spoglie solo con i loro frutti carichi di resina profumata.

 

 

 

 

 

 


Il contenuto e le immagini di questa pagina sono protetti da una licenza Creative Commons, ma possono essere utilizzati, non a scopo commerciale e senza modifiche, citandone la fonte ed inserendo un link alla nostra home page. 
Per la pubblicazione a scopo commerciale potete contattarci all'indirizzo mail sotto indicato.

 

Creative Commons License

VERDI INCONTRI

a cura di Pietro Peddes Dottore in Scienze Agrarie

[email protected]