cerca un argomento         powered by freefind

fam. Cupressaceae

Condividi condividi questa pagina con i tuoi amici su Facebook

 

 

 

Sequoia sempervirens - sequoia della California 


sinonimi: Taxodium sempervirens

 
vedi tassonomia

genere Sequoia

fam. Cupressaceae

torna all'elenco

Bologna, 19 ottobre 2010, foto di Pietro Peddes, [email protected]

и una grande conifera sempreverde originaria della zone boschive montuose e costiere del nord della California e del sud dell'Oregon, introdotta in Europa intorno alla metа del XIX° secolo. И specie molto longeva (fino a 2000 anni) ed и una delle piante che puт raggiungere le maggiori altezze (un esemplare situato nel Parco nazionale di Redwood raggiunge i 115,55 metri ed и l'albero piщ alto del mondo), che perт in Italia arriva al massimo a 40-50 metri in esemplari di 100-130 anni. Per mezzo dello studio dei fossili, si и scoperto che la sequoia era una pianta molto diffusa nell’era terziaria, e ne esistevano diverse specie. Oggi, invece, ci sono solamente due specie: la sequoia gigante (attualmente classificata come Sequoiadendron giganteum) e la  Sequoia sempervirens. 
La pianta ha un portamento conico-piramidale, quasi colonnare, con l'apice talvolta appiattito. Le branche superiori sono quasi orizzontali, mentre quelle inferiori tendono verso il basso. 
La sequoia cresce bene nei terreni profondi, umidi ma ben drenati, in posizioni riparate; tollera le posizioni completamente ombreggiate, ma cresce piщ rapidamente al sole. 


Bologna, 19 ottobre 2010, foto di Pietro Peddes, [email protected]

Il tronco, il cui diametro puт raggiungere i dieci metri nelle zone d'origine, и massiccio, aromatico e profumato, assai allargato alla base, con corteccia arancione-rossiccia (da cui il nome redwood in inglese) o rosso-marrone scuro, fibrosa e costoluta, che si stacca a fibre o a scaglie.


Bologna, 19 ottobre 2010, foto di Pietro Peddes, [email protected]

le foglie persistenti, aghiformi od oblungo-lineari, lunghe circa 2 centimetri, piatte e appuntite (ma non pungenti), sono disposte su due file a pettine sul rametto, su un piano quasi orizzontale. Normalmente sono di colore verde scuro nella parte superiore e bianco-grigio in quella inferiore, con due evidenti righe piщ chiare. Gli aghi al centro del rametto sono piщ lunghi rispetto a quelli situati alle estremitа.


Bologna, 19 ottobre 2010, foto di Pietro Peddes, [email protected]

i coni, rotondeggianti e larghi circa 2,5 centimetri, hanno squame coriacee e raggrinzite, che si aprono per lasciar cadere i semi.


 

 

 

 

 


Il contenuto e le immagini di questa pagina sono protetti da una licenza Creative Commons, ma possono essere utilizzati, non a scopo commerciale e senza modifiche, citandone la fonte ed inserendo un link alla nostra home page. 
Per la pubblicazione a scopo commerciale potete contattarci all'indirizzo mail sotto indicato.

 

Creative Commons License

VERDI INCONTRI

a cura di Pietro Peddes Dottore in Scienze Agrarie

[email protected]

 

consiglia questa pagina ad un amico