cerca un argomento         powered by freefind

Condividi condividi questa pagina con i tuoi amici su Facebook

 

 

 

Rudbeckia fulgida Aiton 1789

 
famiglia: Asteraceae
sinonimi: Rudbeckia speciosa 
Rudbeckia newmanii
nomi comuni:

rudbeckia fulgida 
margherita gialla

vedi tassonomia

genere Rudbeckia

fam. Asteraceae

torna all'elenco

 

ETIMOLOGIA: il nome del genere ricorda il medico e botanico svedese Oleus Rudbeck (1630-1702), professore di anatomia all'Universitа di Uppsala ed amico di Linneo  e suo figlio Olans (1660-1740), anch'egli studioso di anatomia e di botanica.  L'epiteto specifico proviene dal verbo latino fulgere (splendere) in relazione al colore giallo splendente dei fiori

ti piace questo sito? aiutaci a crescere cliccando     

la margherita gialla и una pianta erbacea perenne sempreverde, cespugliosa, alta fino ad 80-120 centimetri e larga fino a 40, originaria delle regioni orientali degli Stati Uniti, dal Michigan a nord fino al Texas ed alla Florida a sud. Allo stato spontaneo vive nelle radure asciutte e sassose, nei boschi misti e vicino alle zone paludose. И molto coltivata nei giardini per la sua rusticitа e perchи regala colore e vivacitа con la sua splendida fioritura gialla. Ha la tendenza a diventare invadente e si allarga nei giardini sia mediante robusti stoloni da cui si dipartono nuovi fusti, sia attraverso un'abbondante autodisseminazione.
Predilige esposizioni molto luminose, anche esposte al contatto diretto coi raggi solari e tollera assai bene le basse temperature, per cui и molto adatta anche alle regioni piщ fredde (al massimo puт disseccare la parte aerea, che si riformerа alla primavera successiva). Gradisce substrati fertili e ricchi di sostanza organica, ma si adatta egregiamente a tutti i tipi di terreno, purchи ben drenati. Le annaffiature devono essere regolari durante la stagione vegetativa, ma и bene aspettare che il terreno sia asciutto tra un'annaffiatura e l'altra. nella stagione fredda le irrigazioni vanno sospese. nelle zone esposte a forti venti ha bisogno di sostegni, specialmente nelle sue varietа piщ alte.

I fusti sono tomentosi, spigolosi, di colore verde scuro. La specie и abbastanza mutevole, per cui anche la forma delle foglie varia molto in forma (da cuoriforme a oblunga a lanceolata o lineare) e grandezza: tutte sono perт portate da lunghi piccioli, sparsamente e grossolanamente pelose, con margini rozzamente dentati. Quelle superiori sono quasi avvolgenti sul fusto.

quelli che и comunemente chiamiamo fiori sono in realtа delle infiorescenze, propriamente dette 'calatidi' (o capolini). Sono larghi 7-10 centimetri e compaiono in numero di uno o piщ alla sommitа di lunghi peduncoli che si dipartono dall'ascella delle foglie superiori ed hanno una ventina di ligule gialle o aranciate (quelle che erroneamente sono considerate come petali), lunghe fino a 4 centimetri e piuttosto distanziate tra loro. Il disco centrale и di colore marrone scuro, mentre il calice и verde e peloso. La fioritura и da luglio ad ottobre.

 

 

 

 

 


Il contenuto e le immagini di questa pagina sono protetti da una licenza Creative Commons, ma possono essere utilizzati, non a scopo commerciale e senza modifiche, citandone la fonte ed inserendo un link alla nostra home page. 
Per la pubblicazione a scopo commerciale potete contattarci all'indirizzo mail sotto indicato.

 

Creative Commons License

VERDI INCONTRI

a cura di Pietro Peddes Dottore in Scienze Agrarie

[email protected]