cerca un argomento         powered by freefind

Condividi condividi questa pagina con i tuoi amici su Facebook

 

 

 

Primula vulgaris Huds. 1762

 
famiglia: Primulaceae
sinonimi: Primula acaulis
nomi comuni:

primula comune, occhio di civetta

vedi tassonomia

genere Primula

fam. Primulaceae

torna all'elenco

 

ETIMOLOGIA: il nome del genere и coniato dall'aggettivo latino primus -a -um (primo) per la precoce fioritura di questa specie. L'epiteto specifico vulgaris (volgare, comune) indica la diffusione molto estesa della pianta

ti piace questo sito? aiutaci a crescere cliccando     

la primula comune и una pianta erbacea perenne priva di fusto (acaule), alta 8-15 centimetri, con fiori e foglie che si originano direttamente da un rizoma sotterraneo, diffusa allo stato spontaneo in quasi tutti gli ambienti temperati dell'Europa, dell'Asia e dell'Africa settentrionale, sia in pianura che in montagna. In Italia и la specie spontanea piщ diffusa e la si puт ritrovare in tutte le regioni ad eccezione della Sardegna, ad altitudini via via crescenti man mano ci si sposta verso Sud. Predilige zone semi-boschive e prati, sempre in posizione fresca e parzialmente ombreggiata, sia in terreni calcarei che in quelli silicei.

il fogliame, disposto in una rosetta basale, ed i fiori si originano direttamente da un rizoma sotterraneo munito di robuste radici. Le foglie, di forma obovata, lunghe da 5 a 25 centimetri e larghe da 2 a 6, di colore verde intenso, hanno la lamina bollosa, pubescente nella pagina inferiore. Il margine и irregolarmente dentato o crenato e spesso revoluto, cioи incurvato verso il basso.

i fiori, larghi 2-4 centimetri, di colore giallo pallido col centro di colore piщ intenso, sono pentameri (5 petali nella corolla e 5 sepali nel calice), singoli e portati ciascuno da un lungo peduncolo che si origina al centro della rosetta di foglie. Hanno il calice gamosepalo e la corolla gamopetala, sono ricchi di nettare, lievemente profumati e compaiono in marzo-aprile.

USO ALIMENTARE ED OFFICINALE

i tessuti della primula comune contengono flavonoidi, carotenoidi, enzimi, glucosidi, vitamina C, saponine ed oli essenziali, mentre le radici sono ricche di zuccheri. Tali sostanze conferiscono proprietа antispasmodiche, diuretiche, calmanti, espettoranti e lassative. Le parti utilizzate sono le foglie, i fiori ed il rizoma.
Le giovani foglie, raccolte prima della fioritura, possono essere consumate crude in insalata o cotte da sole od insieme ad altre verdure.

Attenzione!!!
Questi non sono consigli medici!! Usate eventuali prodotti con cautela e solo secondo le prescrizioni del medico o dell’erborista

 

 

 

 

 


Il contenuto e le immagini di questa pagina sono protetti da una licenza Creative Commons, ma possono essere utilizzati, non a scopo commerciale e senza modifiche, citandone la fonte ed inserendo un link alla nostra home page. 
Per la pubblicazione a scopo commerciale potete contattarci all'indirizzo mail sotto indicato.

 

Creative Commons License

VERDI INCONTRI

a cura di Pietro Peddes Dottore in Scienze Agrarie

[email protected]