cerca un argomento         powered by freefind

Condividi condividi questa pagina con i tuoi amici su Facebook

 

 

 

Mahonia aquifolium (Pursh) Nutt. 1818

 
famiglia: Berberidaceae
sinonimi: Berberis aquifolium
nomi comuni:

maonia

vedi tassonomia

genere Mahonia

fam. Berberidaceae

torna all'elenco

 

ETIMOLOGIA: il nome generico и stato dato da Thomas Nuttall in onore del botanico irlandese Bernard McMahon (1775-1816), rifugiato politico negli Stati Uniti, che aprм un centro per il commercio delle sementi a Philadelphia e pubblicт l'American Gardener's Calendar nel 1806. L'epiteto specifico и dovuto alla somiglianza delle foglie di questa pianta a quelle dell'agrifoglio, in latino aquifolium  (a foglie spinose)

ti piace questo sito? aiutaci a crescere cliccando     

.

la maonia и una arbusto sempreverde originario dell'America nord-occidentale (dalla British Columbia fino al nord della California), dal portamento arbustivo e cespuglioso, alto fino a 150 centimetri, con chioma espansa e grande attivitа pollonifera alla base della pianta. И un arbusto rustico e robusto, che vive bene sia al sole sia in posizioni ombreggiate, adattandosi a qualsiasi terreno da giardino, pur preferendo quelli freschi ed umidi ma ben drenati. Non sopporta molto l'eccesso di calcare e i climi troppo rigidi, con gelate intense e prolungate. Allo stato spontaneo si espande rapidamente grazie ai polloni ed alla disseminazione ad opera degli uccelli e di altri animali anche a grande distanza, potendo costituire popolamenti densi, monospecifici e molto estesi, tanto da essere considerata in alcune zone specie invasiva, che tende a soppiantare la flora autoctona.

.

il fusto и legnoso e rugoso, con corteccia grigio-brunastra e legno di colore giallo. Le foglie sono persistenti, composte, imparipennate, con 5-9 foglioline traslucide, dalla lamina coriacea, di forma ovale-lanceolata e margine dentato o spinuloso, simili a quelle dell'agrifoglio. Il picciolo и spesso rossastro, ma talvolta le foglie laterali possono essere sessili. Quando sono giovani, in primavera, hanno colore verde scuro, virando verso un colore rossastro nel periodo autunnale

i fiori sono piccoli e profumati, ermafroditi, larghi circa 1 centimetro, di color giallo carico, riuniti in pannocchie ascellari o terminali lunghe fino a 15 centimetri e compaiono da marzo a maggio. Oltre al gradevole aspetto ornamentale, hanno anche un interesse mellifero.

.

i frutti sono bacche blu-nerastre dalla superficie pruinosa, del diametro di 8-15 millimetri, riunite in infruttescenze molto fitte che si formano a tarda primavera.




USO ALIMENTARE ED OFFICINALE

le foglie, le radici ed i giovani germogli contengono principi attivi come berberina, berbamina, oxiacantina, oxiberberina, canadina, mahonina, idrastina, magnoflorina, jatrorrizina tannini, grassi e resina, che conferiscono agli estratti proprietа depurative e drenanti, toniche, antisettiche, colagoghe, espettoranti, lassative e purganti. L'impiego degli estratti di maonia и indicato in particolare per la cura delle dermatiti come acne, prurito, eczema o psoriasi, per la regolazione intestinale (diarrea o stitichezza), per disturbi digestivi come vomito, gastrite o gastroenterite.

Attenzione!!!
Questi non sono consigli medici!! Usate eventuali prodotti con cautela e solo secondo le prescrizioni del medico o dell’erborista

 

 

 

 

 


Il contenuto e le immagini di questa pagina sono protetti da una licenza Creative Commons, ma possono essere utilizzati, non a scopo commerciale e senza modifiche, citandone la fonte ed inserendo un link alla nostra home page. 
Per la pubblicazione a scopo commerciale potete contattarci all'indirizzo mail sotto indicato.

 

Creative Commons License

VERDI INCONTRI

a cura di Pietro Peddes Dottore in Scienze Agrarie

[email protected]

 

consiglia questa pagina ad un amico