cerca un argomento         powered by freefind

fam. Hamamelidaceae

Condividi condividi questa pagina con i tuoi amici su Facebook

 

 

 

Liquidambar styraciflua - storace americano


Bologna, 31 maggio 2010, foto di Pietro Peddes, [email protected]

commenti:

и un albero deciduo di taglia medio-grande (fino a 30-35 metri di altezza e 10 di diametro) di origine nord-americana, dalla chioma piramidale quando и ancora giovane, che successivamente diviene tondeggiante. A prima vista puт sembrare un acero per la grande somiglianza del fogliame, ma da questi si differenzia per l'inserzione alterna delle foglie. Malgrado si dica che mal sopporta l'inquinamento, и spesso impiegato a scopo ornamentale ai lati dei viali, oppure come pianta isolata all'interno di parchi e giardini. L'accrescimento и molto lento, per questo bisogna stare attenti a piantarlo nei giardini di piccole dimensioni, perchи col tempo potrebbero rendersi necessarie potature drastiche che mal sono sopportate da questa specie. Cresce meglio in suoli fertili, umidi ma ben drenati, leggermente acidi, e non ama molto i terreni argillosi anche se vi si adatta. Tollera bene le basse temperature e accetta la mezzombra, dove perт la colorazione autunnale del fogliame и meno intensa.



Bologna, 31 maggio 2010, foto di Pietro Peddes, [email protected]

commenti:

le foglie sono alterne, palmate, a forma di stella, con 3-5 lobi finemente dentati e ad apice appuntito, lucide, di colore verde scuro, spesso piegate ad angolo retto rispetto al picciolo. In ottobre-novembre, prima della caduta, assumono colorazioni dall'arancio allo scarlatto.


Bologna, 31 maggio 2010, foto di Pietro Peddes, [email protected]

commenti:

Il fusto presenta una corteccia caratteristica, di colore bruno, molto rugosa, con solchi longitudinali ed escrescenze suberose, profondamente fessurate, che si accentuano con l'etа della pianta. Anche i rami sono caratterizzati dalla presenza di creste suberose. Incidendo la corteccia fuoriesce una sostanza resinosa dall'aroma di incenso, chiamata ambra liquida (da cui il nome generico di Liquidambar) usata nell'industria cosmetica per fissare i profumi, nelle industrie conciarie e un tempo usata come gomma da masticare.


 

Bologna, 31 maggio 2010, foto di Pietro Peddes, [email protected]

commenti:

i fiori, insignificanti, compaiono in marzo. Ad essi seguono i frutti, molto ornamentali, lungamente picciolati, che hanno forma stellata, rotondeggiante con punte dapprima verdi poi legnose, di diametro intorno ai 3-4 centimetri. Permangono sulla pianta per molte settimane e contengono i piccoli semi. Sono attrattivi per gli uccelli e altri animali selvatici.


 

 

 

 


Il contenuto e le immagini di questa pagina sono protetti da una licenza Creative Commons, ma possono essere utilizzati, non a scopo commerciale e senza modifiche, citandone la fonte ed inserendo un link alla nostra home page. 
Per la pubblicazione a scopo commerciale potete contattarci all'indirizzo mail sotto indicato.

 

Creative Commons License

VERDI INCONTRI

a cura di Pietro Peddes Dottore in Scienze Agrarie

[email protected]

 

consiglia questa pagina ad un amico