cerca un argomento         powered by freefind

condividi questa pagina con i tuoi amici su Facebook

 

 

 

Lavandula angustifolia Miller 1768

 
famiglia:Lamiaceae
sinonimi: Lavandula officinalis
Lavandula spica
Lavandula vera
nomi comuni:

lavanda officinale
lavanda vera, spico

vedi tassonomia

Lavandula

Lamiaceae

torna all'elenco

ETIMOLOGIA: il nome del genere и coniato dal verbo latino lavo -are (lavare, pulire) per l'abitudine degli antichi romani e greci di profumare l'acqua per le abluzioni ed i lavaggi con i fiori di queste piante. L'epiteto specifico proviene dai termini latini angustus -a -um (stretto, sottile) e folium (foglia), per le foglie lineariformi, lunghe e strette.

ti piace questo sito? aiutaci a crescere cliccando     

la lavanda officinale и una pianta perenne suffruticosa sempreverde, originaria delle regioni mediterranee, diffusa in tutta Italia fino a 1800 metri di altitudine, in particolare nelle zone assolate, calde, aride e sassose. Ha rapida crescita e puт arrivare ad un metro di altezza e di larghezza, formando larghi cespugli. И specie rustica, che sopporta molto bene sia il caldo estivo che il freddo invernale (resiste per brevi periodi fino a -18°C). Tuttavia nei climi piщ rigidi и consigliabile una protezione durante il periodo delle gelate.
Predilige i suoli calcarei ma cresce bene in qualsiasi terreno da giardino purchи molto ben drenato, perchи teme il ristagno idrico. Non ha particolari esigenze idriche e richiede annaffiature solo quando il terreno и completamente asciutto. La specie tipo e tutte le sue cultivar sono di dimensioni medio-piccole, adatte ai vasi ed alle bordure basse, in genere di portamento compatto, con i peduncoli che portano le spighe non ramificati. La lavanda puт essere coltivata abbinata anche ad altri arbusti che danno vita ad una piacevole composizione di sfumature colorate.

i rami sono quadrangolari, provvisti di foglie lineari-lanceolate lunghe 3-4 centimetri e larghe pochi millimetri, appuntite all'estremitа superiore, di colore grigio-verde a causa della fitta peluria che le ricopre. Tutte le parti della pianta sono ricche di oli essenziali che le rendono assai profumate, tanto che la lavanda и stata impiegata sin dai tempi piщ antichi per profumare saponi e profumi.

i fiori, molto profumati, di colore violetto, compaiono in estate e sono portati da infiorescenze terminali a spiga lunghe fino a 10 centimetri. Sono molto ricercati dalle api e da altri insetti per il loro contenuto di nettare. Inoltre possono essere essiccati ed utilizzati per preparare miscugli di erbe aromatiche oppure in profumeria. Per mantenere le piante compatte и necessaria una leggera potatura al termine del periodo di fioritura.

USO ALIMENTARE ED OFFICINALE

i fiori e le parti verdi della lavanda sono ricchi di ghiandole contenenti (in percentuale del 5-10%) un olio volatile dalla composizione molto complessa e dal profumo intenso, nel quale sono disciolti, oltre ad altre sostanze, diversi alcoli terpenici ed i loro esteri, tra i quali il piщ importante и il linalolo, l’essenza responsabile delle principali proprietа terapeutiche della lavanda. Dall'infusione di questi tessuti si ricava il cosiddetto olio essenziale di lavanda, che ha diverse proprietа terapeutiche, tra cui quelle rilassanti, antidepressive e cicatrizzanti, conosciute fin dalle epoche passate, quando la lavanda veniva utilizzata per profumare l'acqua utilizzata per lavarsi.
L'olio essenziale di lavanda si rivela utile in caso di ansia, tensione, insonnia per le sue virtщ sedative, tonificanti e riequilibratrici.
Le proprietа analgesiche, antisettiche e antibiotiche aiutano contro le malattie da raffreddamento come influenza, tosse, sinusite e catarro (puт essere aggiunto al bicarbonato versato in acqua bollente per le classiche inalazioni di vapore caldo).
Esercita inoltre un'azione diuretica ed и un buon antisettico, che contrasta le affezioni urinarie come la cistite.
Qualche goccia di olio essenziale di lavanda, diluito in olio d'oliva, apporta sollievo in caso di tagli, ferite, piaghe, punture d'insetti, eritemi da medusa.
In aromaterapia la lavanda viene utilizzata per profumare e rinfrescare gli ambienti della casa, ma anche in caso di insonnia.
I fiori di lavanda possono essere raccolti e lasciati essiccare dopo averli riuniti in mazzetti. Potranno essere utilizzati per profumare armadi e cassetti, dove contribuiranno anche a tenere lontani gli insetti nocivi.

Attenzione!!!
Questi non sono consigli medici!! Usate eventuali prodotti con cautela e solo secondo le prescrizioni del medico o dell’erborista

specie e varietа di lavanda 

L. stoechas

L. stoechas 'Pretty Polly'

L. stoechas 'Violet Lace'

 

 

 

 

 

 


Il contenuto e le immagini di questa pagina sono protetti da una licenza Creative Commons, ma possono essere utilizzati, non a scopo commerciale e senza modifiche, citandone la fonte ed inserendo un link alla nostra home page. 
Per la pubblicazione a scopo commerciale potete contattarci all'indirizzo mail sotto indicato.

 

Creative Commons License

VERDI INCONTRI

a cura di Pietro Peddes Dottore in Scienze Agrarie

[email protected]