cerca un argomento         powered by freefind

fam. Malvaceae

Condividi condividi questa pagina con i tuoi amici su Facebook

 

 

 

Hibiscus syriacus 'Diana' - ibisco, ibisco cinese, rosa di Sharon

 

sinonimo: Hibiscus chinensis, Althaea frutex


ETIMOLOGIA: il nome generico proviene dal termine greco hibiskтs, col quale Dioscoride denominт le piante simili all'altea, termine poi ripreso dal poeta latino Virgilio. L'attributo specifico latino syriacus и riferito alla provenienza mediorientale di questa specie.


vedi tassonomia

genere Hibiscus

fam. Malvaceae

torna all'elenco


si tratta di una varietа tetraploide creata negli Stati Uniti nel 1963 e cosм denominata nel 1970, del tutto simile alla specie tipo, se non per il diverso colore dei fiori. Si tratta di un arbusto compatto e densamente ramificato, con foglie di colore verde scuro, profondamente trilobate, dal margine dentato. I fiori sono semplici, color bianco puro, privi dell'occhio centrale diversamente colorato tipico degli ibischi. I petali sono leggermente arruffati, coi margini ondulati e la colonna centrale и di colore giallo chiaro. A differenza di quanto avviene in altre varietа di ibisco, i fiori di questa cultivar rimangono aperti anche durante le ore notturne ed hanno una durata di diversi giorni. La fioritura avviene tra inizio luglio e settembre, con un picco massimo di emissione dei fiori in agosto.
И una varietа che, una volta insediatasi in un sito, richiede una bassa manutenzione, tollerando anche posizioni estremamente calde e secche e suoli molto poveri. Cresce perт meglio in suoli ricchi e fertili, ben drenati, in posizioni soleggiate o solo parzialmente ombreggiate, dove puт raggiungere un'altezza definitiva di 200-250 centimetri. Il fogliame, molto resistente alla polvere ed all'inquinamento atmosferico, puт andare soggetto a fenomeni di ingiallimento in caso di irrigazioni eccessive o di ristagno idrico nel terreno.
Eventuali interventi di potatura vanno effettuati alla fine dell'inverno o all'inizio della primavera: le potature severe favoriscono l'emissione di fiori piщ grandi, anche se in numero minore, mentre un'assenza di potatura determina la comparsa di un grande numero di fiori di piccole dimensioni. Trattandosi di un ibrido tetraploide la produzione di frutti e di semi и piщ scarsa rispetto alla specie tipo


guarda anche Hibiscus syriacus e Hibiscus syriacus 'Dorothy Crane'


 

 

 

 


Il contenuto e le immagini di questa pagina sono protetti da una licenza Creative Commons, ma possono essere utilizzati, non a scopo commerciale e senza modifiche, citandone la fonte ed inserendo un link alla nostra home page. 
Per la pubblicazione a scopo commerciale potete contattarci all'indirizzo mail sotto indicato.

 

Creative Commons License

VERDI INCONTRI

a cura di Pietro Peddes Dottore in Scienze Agrarie

[email protected]

 

consiglia questa pagina ad un amico