cerca un argomento         powered by freefind

fam. Boraginaceae

Condividi condividi questa pagina con i tuoi amici su Facebook

 

 

 

Heliotropium arborescens - eliotropio, fior di vaniglia

 

sinonimo: Heliotropium peruvianum

 
vedi tassonomia

genere Heliotropium

fam. Boraginaceae

torna all'elenco


ETIMOLOGIA: il nome generico и dato dell'unione dei due termini greci hйlios (sole) e trйpo (volgo) per la caratteristica delle foglie e dei fiori di rivolgersi verso la luce solare. L'attributo specifico latino arborescens и riferito alla legnositа dei rami maturi

l'eliotropio и un piccolo arbusto suffruticoso sempreverde, che raggiunge i 40-50 cm di altezza in vaso ed il metro e mezzo se coltivato in piena terra, originario delle zone tropicali del Perщ. Fu introdotto in Europa intorno al 1735 per il suo aspetto molto decorativo ma si tratta di una pianta delicata, che non sopravvive alla stagione fredda nelle zone dove gli inverni sono rigidi, per cui in queste situazioni o la si ripara in serra oppure bisogna coltivarla come pianta annuale: infatti le temperature minime tollerate non sono mai inferiori 7-10°C, ma per ottenere una buona fioritura primaverile la temperatura di conservazione invernale deve essere costantemente intorno ai 16°C.
Le posizione preferite sono quelle molto soleggiate, con almeno 4-5 ore di sole mattutino diretto, in terreni umidi e ricchi di sostanza organica. Le annaffiature devono essere continue e regolari, per mantenere il terreno costantemente bagnato, in particolar modo nel periodo vegetativo, da marzo ad ottobre. Assieme agli agli interventi idrici si puт fornire un concime per piante da fiore, con frequenza quindicinale.
L'eliotropio ha avuto grande successo in passato, in particolare in Inghilterra durante l'epoca Vittoriana, poi и stato gradualmente abbandonato forse per la sua non facile coltivazione. Varrebbe perт la pena di provarlo anche nei giardini odierni, sia per la sua splendida fioritura, sia per l'inebriante profumo, simile a quello della vaniglia, emanato dai fiori, considerando anche che gli ibridi selezionati e prodotti dai vivaisti hanno una maggiore rusticitа ed una piщ ampia varietа di colori rispetto alla specie originaria


le foglie alterne, lucide e di colore verde scuro, di forma ellittica od oblunga, sono rugose e presentano venature piuttosto marcate ed evidenti


 

i fiori piccoli, molto profumati, di colore variabile dal bianco al viola scuro, riuniti in infiorescenze a cima corimbosa che sbocciano in maniera prolungata da metа primavera


 

 

 

 

 


Il contenuto e le immagini di questa pagina sono protetti da una licenza Creative Commons, ma possono essere utilizzati, non a scopo commerciale e senza modifiche, citandone la fonte ed inserendo un link alla nostra home page. 
Per la pubblicazione a scopo commerciale potete contattarci all'indirizzo mail sotto indicato.

 

Creative Commons License

VERDI INCONTRI

a cura di Pietro Peddes Dottore in Scienze Agrarie

[email protected]

 

consiglia questa pagina ad un amico