cerca un argomento         powered by freefind

condividi questa pagina con i tuoi amici su Facebook

 

 

 

Ficus benjamina L. 1767

 
famiglia: Moraceae
sinonimi:
nomi comuni:

fico beniamino
beniamino, benjamin

vedi tassonomia

Ficus

Moraceae

torna all'elenco

ETIMOLOGIA: il nome generico proviene dal termine con cui gli antichi latini denominavano la pianta del fico. L'attributo specifico benjamina fa invece riferimento alle piccole foglie di questa specie

ti piace questo sito? aiutaci a crescere cliccando     

il fico beniamino и un albero sempreverde originario del Sud-Est asiatico (dall'India alle Filippine) e dell'Australia, che nelle zone d'origine puт raggiungere i 30 metri d'altezza ed и ampiamente diffuso come grande albero per parchi, giardini e viali cittadini. И l'albero simbolo di Bangkok e della Tailandia. 
Nei nostri climi и assai coltivato come pianta d'appartamento, raggiungendo altezze intorno ai 2-3 metri, con numerose cultivar appositamente selezionate per la bellezza e la leggerezza del fogliame. In queste condizioni gradisce posizioni semi-ombreggiate per gran parte dell'anno, mentre durante l'inverno la pianta andrа messa in una zona molto luminosa, lontana dalle correnti d'aria fredda, che causano sbalzi di temperatura tendendo a far cadere le foglie.
И una pianta da annaffiare con moderazione (2-3 volte la settimana in estate ed una sola volta in inverno), in ogni caso solo quando il terriccio и asciutto, possibilmente con acqua non calcarea ed a temperatura ambiente, evitando ristagni idrici.  Durante la stagione vegetativa le piante vanno nutrite a cadenza quindicinale con un buon fertilizzante liquido per piante verdi, mentre in inverno basterа una sola concimazione mensile. La sua sensibilitа al freddo non permette alle piante di sopportare temperature minime inferiori ai +15°C, anche se nei climi mediterranei possiamo trovare, in posizioni riparate dai venti freddi, piante che vivono abbastanza bene all'aperto, pur non raggiungendo dimensioni ragguardevoli. Quando le temperature minime lo consentono (tarda primavera ed estate) puт essere portato all'aperto anche nei climi meno adatti, in posizione semi-ombreggiata, traendone un notevole vantaggio.
Il tasso di umiditа relativa intorno alla pianta deve essere sempre molto elevato, in particolare durante la stagione calda, per cui le foglie devono essere frequentemente nebulizzate ed il vaso posto su un sottovaso riempito con uno strato di argilla espansa mantenuto costantemente bagnato. L'acqua calcarea (pH superiore a 7,5) lascia perт sulle foglie residui poco gradevoli dal punto di vista estetico e rallenta la fotosintesi. И perciт consigliabile l'utilizzazo di acqua con pH vicino alla neutralitа o inferiore.
In appartamento vive bene in vasi piuttosto stretti ed il rinvaso va effettuato solo quando и assolutamente necessario, utilizzando un terriccio leggero e ricco di sostanza organica. L'ideale sarebbe una miscela di torba bionda fibrosa e torba nera, con l'aggiunta del 10-20% di perlite, col pH compreso tra 5,5 e 6,5. Vive molto bene anche coltivato con la tecnica dell'idrocoltura.
Tutti i ficus sono indicati per umidificare gli ambienti chiusi e sono considerati validi purificatori dell’ aria. In particolare il fico beniamino и un buon assorbitore di formaldeide, sostanza nociva prodotta dal fumo di sigaretta, dal gas dei fornelli, dai sacchetti di plastica, da smalti e vernici, stoffe e tendaggi.

i rami si sviluppano in forma disordinata e sono sottili, arcuati e pendenti per il peso delle foglie. Nei climi adatti possono originare, come in altre specie tropicali appartenenti a questo genere, radici aeree colonnari che toccando il terreno consentono alla pianta di alleggerire il peso della chioma ed allargarsi notevolmente in senso orizzontale. Inoltre, come in tutti i Ficus, sono presenti nei tessuti dei canali laticiferi che contengono un lattice bianco, denso ed appiccicoso, probabilmente prodotto a scopo anti-predatorio in quanto tossico ed irritante per gli occhi e la pelle.
La corteccia и liscia o solcata da sottili screpolature, di colore marrone chiaro.

le foglie sono persistenti, alterne, ovate od ellittiche, col margine intero ed acuminate all'apice, picciolate, lucide e di colore verde intenso sulla pagina superiore, piщ chiare in quella inferiore, lunghe 7-12 centimetri. Il colore verde tende ad intensificarsi nelle foglie piщ vecchie.

In vaso fiorisce e fruttifica difficilmente, mentre nei climi sviluppa piccoli frutticini che compaiono all'ascella delle foglie, simili a fichi, molto graditi dagli uccelli .

 

 

 

 

 


Il contenuto e le immagini di questa pagina sono protetti da una licenza Creative Commons, ma possono essere utilizzati, non a scopo commerciale e senza modifiche, citandone la fonte ed inserendo un link alla nostra home page. 
Per la pubblicazione a scopo commerciale potete contattarci all'indirizzo mail sotto indicato.

 

Creative Commons License

VERDI INCONTRI

a cura di Pietro Peddes Dottore in Scienze Agrarie

[email protected]