cerca un argomento         powered by freefind

Condividi condividi questa pagina con i tuoi amici su Facebook

 

 

 

Euphorbia candelabrum Tremaut ex Kotschy 1857

 
famiglia: Euphorbiaceae
sinonimi: Euphorbia erythraea  Hemsl. 1891
nomi comuni:

euforbia candelabro, califfa

vedi tassonomia

genere Euphorbia

Euphorbiaceae

torna all'elenco

ETIMOLOGIA: il nome generico deriva, secondo quanto scrisse Plinio, da Euphorbos, medico del re Juba della Mauritania (54 a.C.) ed и quello con cui Dioscoride rinominт alcune piante di questo genere. Secondo un'altra interpretazione deriverebbe dai due termini greci (buono) e forbй (cibo), ma ciт  и meno attendibile in quanto gran parte delle euforbie и tossica o velenosa. L'epiteto specifico ricorda la forma a candelabro di questa pianta.

ti piace questo sito? aiutaci a crescere cliccando     


l'euforbia candelabro и una pianta succulenta sempreverde a portamento arboreo, eretta e ramificata, originaria delle regioni orientali africane, lungo la Rift Valley, dall'Abissinia al Corno d'Africa, alta fino a 10 metri e larga fino a 5. Si puт coltivare in piena terra all'aperto solo nelle zone dove il clima и mite. Preferisce esposizioni soleggiate, con terreno umido ma ben drenato.


i fusti si presentano quadrangolari e costoluti, muniti di spine, lucidi e di colore verde scuro. Le foglie, piccole e lanceolate, compaiono solo sui giovani getti e cadono precocemente. I fiori, riuniti in infiorescenze a ciazio (tipiche delle euforbie), avvolte da brattee gialle, si sviluppano lungo le costolature, nella parte piщ alta delle ramificazioni.

Come tutte le euforbie contiene all'interno dei tessuti un latice che и tossico ed irritante per la pelle, per cui se si effettuano dei tagli sulla pianta и opportuno utilizzare guanti per proteggersi. Nella medicina etiopica il latice di questa pianta, miscelato con miele o con altre erbe, и utilizzato per per la cura di malattie come sifilide e lebbra.

 

 

 

 

 


Il contenuto e le immagini di questa pagina sono protetti da una licenza Creative Commons, ma possono essere utilizzati, non a scopo commerciale e senza modifiche, citandone la fonte ed inserendo un link alla nostra home page. 
Per la pubblicazione a scopo commerciale potete contattarci all'indirizzo mail sotto indicato.

 

Creative Commons License

VERDI INCONTRI

a cura di Pietro Peddes Dottore in Scienze Agrarie

[email protected]