cerca un argomento         powered by freefind

fam. Equisetaceae

Condividi condividi questa pagina con i tuoi amici su Facebook

 

 

 

Equisetum arvense - equiseto dei campi, coda cavallina

 
vedi tassonomia

genere Equisetum

fam. Equisetaceae

torna all'elenco

Bologna, 24 ottobre 2010, foto di Pietro Peddes, [email protected]

и una pianta erbacea perenne molto caratteristica, chiamata comunemente 'coda di cavallo' per il suo tipico aspetto. Appartiene al gruppo sistematico delle felci, piante vascolari primitive ed antichissime, che non si riproducono per mezzo dei fiori (crittogame) ma attraverso l'abbondante produzione di spore. I fusti, alti fino a 50 centimetri, sterili (privi di spore) e dotati di cloropasti, di colore verde, tipicamente zebrati con striature piщ scure, hanno foglie squamose verticillate saldate al fusto come un collare e si dipartono da un rizoma strisciante sotterraneo. La moltiplicazione viene assicurata dalle spore emesse da un secondo tipo di fusto (alto fino a 20 centimetri), grigiastro poichи privo di clorofilla, che compare alla base della pianta in primavera ed и privo di cloropasti, con uno strobilo alla sommitа. Alla caduta delle spore lo strobilo scompare e il fusto fertile diviene simile a quello sterile. 
И una pianta diffusa in tutto il mondo tranne che in Oceania e predilige i terreni umidi, moltiplicandosi liberamente lungo fossi e torrenti, anche in altitudine, tendendo talvolta a diventare infestante. 
Ha un impiego clinico e farmacologico, perchи, oltre all'azione diuretica ed emostatica conosciuta fin dall'antichitа, unisce un'importante funzione rimineralizzante e emopoietica. Proprio per la composizione e le sue proprietа, l'equiseto и conosciuto anche come 'argilla vegetale'
.


 

 

 

 

 


Il contenuto e le immagini di questa pagina sono protetti da una licenza Creative Commons, ma possono essere utilizzati, non a scopo commerciale e senza modifiche, citandone la fonte ed inserendo un link alla nostra home page. 
Per la pubblicazione a scopo commerciale potete contattarci all'indirizzo mail sotto indicato.

 

Creative Commons License

VERDI INCONTRI

a cura di Pietro Peddes Dottore in Scienze Agrarie

[email protected]

 

consiglia questa pagina ad un amico