cerca un argomento         powered by freefind

Condividi condividi questa pagina con i tuoi amici su Facebook

 

 

 

Clematis x hybrida

 
famiglia: Ranunculaceae
sinonimi:
nomi comuni:

clematide ibrida

vedi tassonomia

genere Clematis

fam. Ranunculaceae

torna all'elenco

 

ETIMOLOGIA: il nome del genere и coniato dal termine greco klematнs, diminutivo di klйma, klйmatos (sarmento) a sottolineare il portamento sarmentoso e rampicante di queste piante

ti piace questo sito? aiutaci a crescere cliccando     


col nome di clematide ibrida si intende un numeroso gruppo di varietа discendenti fondamentalmente dalla Clematis x jackmannii (ottenuta incrociando C. lanuginosa con C. hendersonii), selezionata in Inghilterra intorno al 1860 ed ulteriormente incrociata allo scopo di ottenere cultivars (oltre 1000) a fiori grandi, anche doppi.
Sono piante sarmentose decidue, che gradiscono posizioni assolate, avendo perт cura di proteggere il piede della pianta dall'insolazione solare diretta, in un terreno umido e fresco, ben drenato. L'esposizione migliore и perciт quella a est o a nord-est, dove i tralci possano ricevere il sole mattutino meno caldo. Ciт diventa tanto piщ vero quanto piщ ci si sposta verso i climi caldi. Il ristagno idrico и molto dannoso alle clematidi, per cui la buca di piantagione deve essere piuttosto grande e sul suo fondo va posizionato uno strato drenante di ciottoli di fiume o di argilla espansa. Il terriccio da impiegare per il riempimento deve essere quanto piщ poroso possibile al fine di favorire lo sviluppo delle piccole radici capillari, humifero e ricco di sostanza organica. L'impianto va eseguito dall'autunno alla primavera, estraendo la pianta dal vaso con grande attenzione per evitare danneggiamenti alle radici ed ai tralci.


per saperne di piщ sulla potatura delle clematidi clicca qui


gli steli della clematide sono lunghi e flessibili e non sono in grado di ancorarsi immediatamente ai tutori, per cui nei primi momenti occorre provvedere manualmente. Una volta che la pianta comincia ad accrescersi riesce da sola ad aggrapparsi ai sostegni mediante i piccioli fogliari, che si avvolgono intorno a tutto ciт che gli viene fornito, anche rami di alberi o cespugli, riuscendo a ricoprire con grande rapiditа pergolati, muri, staccionate o pali. Quando le foglie cadono in autunno, i piccioli rimangon sulla pianta per garantirne l'ancoraggio. Per favorire l'ombreggiamento della base della pianta possono essere utilizzati piccoli arbusti od erbacee perenni, selezionando piante dal portamento compatto e di un'altezza intorno ai 50-60 centimetri.


le foglie sono decidue, opposte, imparipennate, con 3-5 foglioline dalla forma piuttosto variabile, da cuoriforme ad ovata, sia nella stessa pianta, sia tra le diverse cultivar


i fiori, che possono essere larghi fino a 20 centimetri, sono formati da 4 o 5 tepali petaloidi di forma ovata, talvolta dall'apice appiattito. I colori variano dal bianco al rosa al lavanda al lilla al viola scuro, a seconda delle varietа. Ci sono anche varietа a fiori bicolori o a fiore doppio, in cui gli stami sono trasformati in petali. La fioritura avviene in tarda primavera e talvolta una seconda volta a fine estate.


per saperne di piщ sulla potatura delle clematidi clicca qui


vedi 

Clematis armandii     Clematis vitalba     
Clematis x 'Dr. Ruppell'    Clematis x 'Madame le Coultre'     
Clematis 'Miss Bateman'     Clematis x 'Nelly Moser'     
Clematis x 'Pink Fantasy'     Clematis x 'The President'


 

 

 

 

 


Il contenuto e le immagini di questa pagina sono protetti da una licenza Creative Commons, ma possono essere utilizzati, non a scopo commerciale e senza modifiche, citandone la fonte ed inserendo un link alla nostra home page. 
Per la pubblicazione a scopo commerciale potete contattarci all'indirizzo mail sotto indicato.

 

Creative Commons License

VERDI INCONTRI

a cura di Pietro Peddes Dottore in Scienze Agrarie

[email protected]

 

consiglia questa pagina ad un amico