cerca un argomento         powered by freefind

condividi questa pagina con i tuoi amici su Facebook

 

 

 

Acer buergerianum Miq. 1863

 
famiglia: Sapindaceae
sinonimi: Acer trifidum
nomi comuni:

acero tridente 

vedi tassonomia

Acer

Sapindaceae

torna all'elenco

ETIMOLOGIA: il nome del genere и coniato dal termine latino acer (duro, aspro) per la particolare durezza del legname. L'epiteto specifico ricorda Heinrich Buerger (1804-1858), fisico, biologo e botanico, raccoglitore di piante in Giappone per conto del governo olandese, che diede un notevole contributo allo studio della flora e della fauna di questo paese 

ti piace questo sito? aiutaci a crescere cliccando     

l'acero tridente и un piccolo albero spogliante alto fino a 10-12 metri, dalla crescita piuttosto lenta e la chioma molto densa, originario del Giappone, della Corea e delle regioni orientali della Cina, ormai ampiamente distribuito ed acclimatato in tutte le regioni temperate dell'emisfero boreale. In Giappone и chiamato kaede, letteralmente 'mano di rospo', per la forma particolare delle foglie. Fu introdotto in Europa ed in Nordamerica intorno al 1896. 
Sopporta molto bene la siccitа, и insensibile alla temperatura e non risente delle drastiche potature, per cui и molto impiegato nella produzione di bonsai.
Gradisce terreni ben drenati, leggermente acidi, con esposizione in pieno sole. Necessita di una sola concimazione annua, con fertilizzanti a lenta cessione. Le irrigazioni devono essere regolari ma non abbondanti.
E' pianta molto facile da crescere. Resiste in maniera considerevole all'inquinamento atmosferico, per cui l'impiego in ambienti cittadini potrebbe essere molto incrementato, sia per alberature stradali sia per la formazione di siepi rustiche. Non presenta particolare sensibilitа all'attacco di insetti o parassiti, mentre le branche ed i rami piщ esili possono spezzarsi in presenza di forti venti o sotto il carico eccessivo della neve.

le foglie sono caduche, opposte, con un picciolo di 2,5 centimetri, palmate, suddivise in tre lobi triangolari piщ o meno pronunciati, lucide, di colore verde ora piщ cupo ora piщ sbiadito, piщ chiare nella pagina inferiore, lunghe da 3 ad 10 centimetri e larghe da 4 ad 8. Quando nascono in primavera hanno un colore rossastro con sfumature bronzee e purpuree, che vira poi verso il verde in estate. In autunno assumono colorazioni gialle, rosse ed aranciate molto interessanti dal punto di vista paesaggistico.

la fioritura и pressochй insignificante, con piccoli fiori di color giallo-verde portati in cime corimbose coniche che compaiono in primavera assieme alle foglie.

i frutti sono disamare con ali quasi parallele tra loro e talvolta sovrapposte, lunghe fino a 4 cm.

 

 

 

 

 


Il contenuto e le immagini di questa pagina sono protetti da una licenza Creative Commons, ma possono essere utilizzati, non a scopo commerciale e senza modifiche, citandone la fonte ed inserendo un link alla nostra home page. 
Per la pubblicazione a scopo commerciale potete contattarci all'indirizzo mail sotto indicato.

 

Creative Commons License

VERDI INCONTRI

a cura di Pietro Peddes Dottore in Scienze Agrarie

[email protected]