Lonicera caprifolium L. 
famiglia: Caprifoliaceae
nome volgare: caprifoglio comune, madreselva

 

Questa pianta, originaria dell'Europa e dell'Italia,  si presenta come un arbusto sarmentoso, a fusti lianosi, quindi a portamento rampicante, alti fino a 7 metri ed oltre, robusto e rustico.

E' la specie piщ comune in Italia allo stato spontaneo.

Come tutte le piante appartenenti a questo genere predilige esposizioni soleggiate, ma tollera anche una leggera ombreggiatura. Cresce molto bene nei terreni calcarei, avendo il piede all'ombra ed il resto della chioma al sole.

Nei giardini viene impiegata come rampicante per ricoprire muri, pergolati, graticci, recinzioni, offrendo una splendida fioritura ed un gradevolissimo profumo.

Gli oli essenziali contenuti nelle foglie e nei fiori, oltre a dare un notevole profumo, hanno anche proprietа medicinali, antisettiche ed antireumatiche. Per uso esterno possono curare ferite, dermatiti e stomatiti. Le bacche non sono da consumare, perchи il loro contenuto и tossico. Il decotto di foglie puт stimolare la funzione urinaria. In ogni caso l'uso di queste sostanze и da effettuarsi sotto stretto controllo specialistico.

 

Il caprifoglio comune vive allo stato spontaneo in terreni prevalentemente calcarei, in siepi e boschi fino a 1200 m di altitudine. Si sviluppa prevalentemente nel sottobosco, in consociazione con roverella, cerro e castagno, formando un intrico di fusti molto fitto, che tende a soffocare le piantine piщ giovani

 

Le foglie decidue, ovate od obovate, sono perfogliate (saldate alla base) nelle parti apicali del ramo, mentre nella zona basale sono picciolate e ben distinte tra loro.

 

I fiori sessili, color bianco-crema, sono molto profumati ed hanno la corolla bianco-rossastra e labbra lunghe quasi 2 cm. Lo stilo и glabro e sporge assieme agli stami. Sono riuniti in infiorescenze poste al centro delle foglie apicali. Compaiono a partire da maggio fino a luglio.

I  frutti sono bacche ovoidali di circa 8-10 mm di diametro, di colore rossastro o aranciato. Contengono sostanze velenose.

 

 

 

 

IL MELOGRANO di Peddes Pietro,  Dottore in Scienze Agrarie

via Marzabotto 2, 40067 Rastignano (BO)

tel 051/744452   fax 051/744452

cell 340/227.82.53

P. IVA: 01770891206

e-mail:

[email protected]

[email protected]

 

 

 

 

 

consiglia questo articolo ad un amico