cerca un argomento         powered by freefind

 

 

 

LE PRINCIPALI CARATTERISTICHE DEL TERRENO

Col termine terreno si viene a definire quello strato più superficiale della crosta terrestre che è in grado di la vita delle piante. Esso è variamente composto da sostanze minerali ed organiche ed è sede di attività biologiche e di processi fisico-chimici che ne determinano una evoluzione più o meno continua nel tempo.

 

In relazione alla vita delle piante, possiamo attribuire al terreno due funzioni principali:

  • abitabilità : dipende  da altri fattori quali la profondità del terreno, la porosità,  la permeabilità, la temperatura, la presenza di parassiti o di sostanze tossiche, il pH

  • nutrizione : è influenzata da quei fattori che, in maniera diretta od indiretta,  concorrono a rendere disponibili gli elementi nutritivi utili alla vita delle piante  

La fertilità, cioè l’attitudine del terreno a far crescere nel migliore dei modi le piante, dipende da questi due fattori e dal modo in cui essi interagiscono, oltre che dalla risposta delle piante a tutti i fattori vitali (acqua, terreno, clima) che ne influenzano la crescita e lo sviluppo.

  

Il terreno è caratterizzato da un certo grado di fertilità, che gli deriva dal possedere determinate caratteristiche fisiche, chimiche e biologiche:

  • fisiche: principalmente abbiamo la struttura, la tessitura, la massa e la umidità. Dal loro interagire dipendono alcune proprietà del terreno quali sofficità, porosità, tenacità, coesione, aderenza, calore specifico, conducibilità termica, aerazione

  • chimiche: le principali sono composizione, pH e potere assorbente

  • biologiche:  dipendono dai macro- e microorganismi presenti nel terreno, che influenzano processi quali la mineralizzazione delle sostanze organiche, la nitrificazione, la formazione di humus, ecc.

Il grado di fertilità del terreno è fortemente influenzato, oltre che dagli aspetti climatici, anche dall’azione dell’uomo, che con gli interventi agronomici altera gran parte di queste caratteristiche. Grande importanza riveste anche il cosiddetto substrato pedogenetico, cioè il tipo di roccia dalla  quale il suolo ha preso origine.  

Altri fattori che influenzano la fertilità del solo sono la giacitura, cioè il grado di inclinazione rispetto all’asse orizzontale e l’esposizione, cioè l’orientamento del terreno rispetto ai punti cardinali.  

 

leggi gli articoli correlati

 

 

 

 


Il contenuto e le immagini di questa pagina sono protetti da una licenza Creative Commons, ma possono essere utilizzati, non a scopo commerciale e senza modifiche, citandone la fonte ed inserendo un link alla nostra home page. 
Per la pubblicazione a scopo commerciale potete contattarci all'indirizzo mail sotto indicato.

 

Creative Commons License

VERDI INCONTRI

a cura di Pietro Peddes Dottore in Scienze Agrarie

info@verdiincontri.com

 

consiglia questa pagina ad un amico